La culla nell’amaca

14.10 Reth Nara takes care of his youngest brother

Tren culla il fratellino nell’amaca nello spazio all’aperto sotto le palafitte della sua casa. Quando vanno a lavorare in risaia i genitori lo affidano a lui. Tren ha più o meno 8 anni, ma non li dimostra, é piccolo e magrolino. La sua data di nascita esatta non la ricorda nessuno, sa solo che è nato nell’anno del Maiale. Nelle campagne in Cambogia spesso i bambini non vengono iscritti all’anagrafe. Nascite, matrimoni e decessi vengono scritti sul libretti di famiglia. La mancanza di documenti è un fattore di grande vulnerabilità per i bambini.

Continua a leggere

Come stare tutti insieme a capodanno

Kmer New year hand&foot prints

Sorithy dopo avere disegnato il contorno dei piedi della sorella su un drappo bianco, ne disegna anche le mani  e ci scrive il suo nome.   Ripete l’operazione con tutti i membri della famiglia, poi consegna la tovaglia ad una vicina che deve andare Kompong Cham, distante un centinaio di chilometri, dove abitano i fratelli sposati, affinché vengano presi anche i contorni di mani e piedi dei famigliari lontani. Una volta raccolte sulla tovaglia le impronte di tutti i parenti vicini e lontani, questa verrà portata alla pagoda per essere benedetta dai monaci e infine la famiglia mangerà il pranzo del Capodanno khmer raccolta intorno alle impronte di tutti, per sentirsi insieme anche se lontani.

E’ una antica usanza khmer che testimonia il valore della famiglia che il Regime dei Khmer Rossi non è riuscito ad estirpare.

Quanto riso!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Che belli tutti i sacchi di riso che Il Nodo ha appena consegnato al villaggio! Ne arriva un camioncino pieno ogni mese con un sacco per ogni bambino che va a scuola. Anche Thean porterà a casa il suo sacco, con i 20 kg di riso che si è guadagnato studiando. Ha solo 8 anni, ma andando a scuola già contribuisce al sostentamento di tutta la famiglia, papà mamma e quattro fratelli.

Continua a leggere

Spiedini per Capodanno

14.10 Sorn Sreynech grill chicken instead of mother to sell

“Susdey Chhnam Thmay!” È il Capodanno Khmer, tutta la famiglia si riunisce: tornano le sorelle che lavorano in fabbrica a Phnom Penh e arrivano i parenti dai villaggi vicini. Sreyneath prepara gli spiedini, tanti spiedini di pollo molto speziati. A casa il pollo non c’è mai, si mangia sempre riso con qualche verdura dell’orto, la carne è riservata alle feste e il Capodanno è la più importante. Per il pranzo la mamma ha tirato il collo ai polli allevati per le grandi occasioni. Ne sono rimasti quattro per le emergenze. Se qualcuno sta male in famiglia servono a pagare il dottore.

Continua a leggere

Il Nodo al Fuori Salone di Milano!

IlNodoHandsOn_001

Tre gioielli realizzati in Cambogia dalla Bottega dell’Arte Il Nodo di Phnom Penh   sono esposti a Milano dal 13 al 19 aprile alla galleria Orsorama, via dell’Orso 14. I gioielli sono stati progettati di Valentina Downey, Patrizia Scarzella e Shiina+Nardi Design appositamente per gli artigiani cambogiani della scuola che Il Nodo gestisce in Cambogia nel quadro del progetto IL FUTURO NELLE MIE MANI. Continua a leggere