Una migliore Cambogia per i bambini

Chreuk Sreyvit

Seyla nella sua capanna di foglie di palma al limite del suo villaggio sperduto nella più remota campagna cambogiana, mentre si prepara un po’ di riso che la mamma le ha lasciato prima di andare in risaia, certamente non sa che dovrebbe festeggiare oggi il venticinquesimo anniversario della firma da parte del suo Paese della Convenzione sui diritti del Fanciullo (CRC).

UNICEF pubblica in questa occasione un rapporto che sottolinea come qualche significativo progresso sia stato fatto in materia di istruzione, di sopravvivenza dei bambini e l’HIV/AIDS: un maggior numero di iscritti alla scuola primaria rispetto al passato, minor numero di bambini muoiono prima del loro quinto compleanno rispetto a 25 anni fa, in calo il numero di persone affette da HIV/AIDS e l’accesso a fonti d’acqua accettabili in Cambogia è aumentato dal 22 per cento nel 1990 al 71 per cento di oggi.

Continua a leggere

Papà è andato in pagoda

DSC_2897

Sokra è rimasta sola. La mamma è morta all’improvviso a ottobre.  Il padre ha chiesto all’usuraio del villaggio 80 $ per le spese del funerale e subito dopo si è ritirato in pagoda lasciando il debito e la figlia di 11 anni a una sorella della moglie defunta.

Sokra dal 2010 va a scuola col programma Il Nodo di Alfabetizzazione dei Bambini di Villaggio e in questi anni si è impegnata con lo studio classificandosi sempre fra i primi della classe.

Dopo che il padre se ne è andato, Il Nodo ha aiutato la zia a estinguere il debito, già gravato per un  solo mese del 10% di interessi, e si è impegnato ad assisterla nel mantenimento della nuova aggiunta alla famiglia.

Continua a leggere

Nuovo corso nella Bottega dell’Arte a Phnom Penh

Schermata 2014-11-16 alle 22.22.32

Chan Sokny da oggi studia nella Bottega dell’Arte a Phnom Penh. Sokny ha 20 anni ed è l’unica ragazza fra i nuovi studenti iscritti al primo anno del corso biennale Il Nodo per Artigiano di Design. Con lei cominciano il corso Chan Vanheng 14 anni, Soeun Dara di 15 anni, Chea Anh 16 anni, Muon Ya 17 anni, Chan Sopheap 19 anni e Thay Rotana di 20 anni. I nuovi allievi provengono da situazioni familiari ed economiche di grande disagio e hanno tutti lasciato la scuola presto per la sopravvivenza.

Continua a leggere

Secondo turno degli esami di maturità in Cambogia

Schermata 2014-11-10 alle 10.23.42

Seyla, studentessa del Preah Sisowath, un liceo del centro della capitale, controlla l’elenco dei promossi egli esami di maturità, lo scorre più volte, ma non trova il suo nome, non le sembra possibile, non ce l’ha fatta neanche questa volta. Con lei centinaia di compagni hanno ascoltato delusi l’annuncio dei risultati diffusi ieri dagli altoparlanti.

Secondo i risultati ufficiali, sono stati promossi solo il 18% dei 60.000 studenti che hanno ripetuto l’esame di maturità all’inizio di questo mese. Se si aggiunge la percentuale degli esami di riparazione al 25% degli studenti che hanno passato gli esami a giugno, neanche la metà dei candidati sono riusciti a conseguire la maturità.

Neanche uno studente ha preso voti alti – A o B – uno solo ha raggiunto C, i D sono stati 55, mentre la stragrande maggioranza – 10.815 studenti – è passata con E, il minimo dei voti.
La percentuale di promossi è inferiore all’esame di agosto, quando un blitz del governo contro le truffe e la corruzione ha portato a un drastico calo, da una percentuale di promossi dell’ 87 per cento nel 2013 ad una percentuale del 25 per cento circa.

Il Ministro dell’Istruzione, Hang Chuon Naron, che sta conducendo le riforme, ha commentato che, nonostante i voti modesti, gli esami di riparazione sono stati “utili” perché hanno permesso a oltre 10.000 studenti di conseguire la maturità. Il ministro ha proseguito affermando che i tristi risultati di questo secondo turno di esami erano prevedibili, perché i migliori studenti si erano diplomati nel primo turno, e le carenze di un intero corso di studi non sono facili da colmare in un paio di mesi.

A un progetto il Nodo l’8 per mille della Chiesa Valdese

logo-png

Abbiamo ricevuto oggi dalla Chiesa Valdese la comunicazione ufficiale di approvazione della nostra richiesta di finanziamento per il progetto “My Own Hands – Il futuro nelle mie Mani – un progetto di Design Sociale” a valere sui fondi Otto Per Mille 2014. per un importo pari a € 19.090,91, come già è riportato sul sito www.ottopermillevaldese.org.

Finanziamento per noi di grande importanza che premia i risultati sino ad oggi ottenuti dalla nostra Bottega dell’Arte di Phnom Penh e che ci permette di continuare un percorso di formazione di giovani artigiani che è riuscito a dare un futuro migliore a molti ragazzi e a dare a noi grandi soddisfazioni.

PRENOTA ORA I BIGLIETTI!

Premi_WP

Estrazione a sorte alla festa di Natale Il Nodo e Intrecci d’Oriente 2014!

  • Volo Cathay Pacific per la Cambogia
  • Bonsai Ficus Ginseng
  • Argenti Taroni
  • Complementi d’arredo Design Paola Lenti
  • Wave-Board Yo-Yo
  • Elettrodomestici per l’infanzia

1 biglietto 5 euro, 3 biglietti 10 euro. Prenotali scrivendo a ilnodoonlus@gmail.com o telefonando al 333 1270871

Festa di Natale 2014: 30 novembre, dalle ore 16 al Circolo Filologico Milanese, via Clerici 10, Milano